Grande importanza riveste naturalmente la carta dei vini: si parte, naturalmente, da quelli “a metro zero”, con tutte le etichette Poggio le Volpi; seguono quelle dell’azienda “sorella” Masca del Tacco.
Ma il volume è davvero ampio e variegato, spaziando dalle migliori cantine italiane a nomi blasonati del panorama internazionale, con la Francia a farla da padrona grazie alle prestigiose referenze di Champagne, Bordeaux e Borgogna.

pdf iconScarica e consulta il documento in formato ".pdf" con la CARTA DEI VINI (ed. 06/2018)